Hamburger e patatine fritte avvelenano il cervello

E-mail

hamburgerUna cattiva alimentazione oltre ad aumentare il rischio all'obesità ed a quello di poter contrarre il diabete di tipo 2, può portare anche ad una maggiore possibilità di sviluppare i sintomi dell'Alzheimer. I cibi ricchi di grassi aumentano infatti la pressione, aumentano il colesterolo e interrompono l'afflusso di sangue al cervello. Studi recenti concretizzano la teoria secondo la quale l'assunzione a dosi elevate di alimenti grassi e zuccherati danneggi il cervello interrompendo il suo approvvigionamento di insulina, la cui funzione fondamentale è quella di trasformare lo zucchero in energia e regolare le sostanze chimiche del cervello responsabili della memoria e dell'apprendimento, rafforzando le connessioni tra le cellule garantendo così un'adeguata ossigenazione attraverso i vasi sanguigni. è comunque ormai assodato quanto gli alimenti calorici siano noti per la loro capacità di alterare la risposta del nostro corpo all'insulina. Quindi, sottolinea l'autorevole New Scientist, si può affermare che "mangiando hamburger e patatine fritte avveleniamo il cervello."

Fonte: Daily Mail

 

app

GLUNews su Play Store  app store badge

banner-laterale

Trova il CAD più vicino

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

La Community di GLUNews

Scopri tutti i vantaggi di far parte della community di GLUNews. Clicca qui

cucina banner

Con il patrocinio di

AID banner

Con il contributo informativo di

logo ANSA