Scoperti nuovi grassi “buoni” che difendono da infiammazioni e diabete

PDF Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Rubriche - Attualità
Scritto da Redazione GLUNews   

omega3

Dopo gli “omega 3” contenuti nell'olio di pesce, arrivano i “Fahfa” (acid-hydroxyl fatty acids). La scoperta, pubblicata sulla rivista scientifica Cell ha lasciato stupefatti gli stessi ricercatori della Harvard University e del Salk Institute.

Barbara Kahn, uno degli autori del lavoro, afferma che i Fahfa sono una classe di lipidi, fino ad oggi sconosciuta, in grado di migliorare la sensibilità all'insulina ed il controllo dei livelli di glucosio nel sangue.

Un grande quantità di questi lipidi misteriosi è stata individuata in particolari topi di laboratorio, modificati geneticamente e resistenti al diabete

I ricercatori hanno quindi individuato la struttura chimica completa, insieme al recettore cellulare che vi si lega, il GPR-120. Successivamente li hanno cercati e ritrovati anche nel sangue umano.

Al contrario degli omega 3 che si assumono con l'alimentazione, i Fahfa sono prodotti dall'organismo e la loro scoperta apre la strada a nuove terapie antinfiammatorie. 

FONTE: Cell

 

Articoli Correlati

app

GLUNews su Play Store  app store badge

banner-laterale

Trova il CAD più vicino

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

La Community di GLUNews

Scopri tutti i vantaggi di far parte della community di GLUNews. Clicca qui

cucina banner

Con il patrocinio di

AID banner

Con il contributo informativo di

logo ANSA