L'Acqua e le sue caratteristiche

PDF Stampa E-mail
(0 voti, media 0 di 5)
Rubriche - Alimentazione
Scritto da Annamaria Prioletta   

acqua

L'acqua è un elemento indispensabile per la nostra vita e una bevanda essenziale per la nostra salute. Basti pensare che il 60% del peso corporeo di una persona adulta (e ben l’80% di quello di un neonato) è rappresentato da acqua ed essa svolge numerose funzioni fondamentali per il nostro organismo. Bevendo acqua si riesce non solo a soddisfare la sete, ma anche a reintegrare la parte di liquidi che il nostro organismo perde (per esempio con la sudorazione o con le urine); inoltre, grazie ai sali minerali in essa contenuti, l’acqua fornisce al nostro corpo degli elementi importanti per il nostro benessere.


Il fabbisogno di acqua giornaliero (cioè la quantità di acqua di cui abbiamo bisogno per riuscire a reintegrare quella che perdiamo) è di circa 2-2.5 litri.


Molti di voi staranno pensando che non è semplice bere ben 2 litri e mezzo di acqua al giorno ed infatti la maggior parte di noi non lo fa, tuttavia riusciamo comunque a garantirci questa quantità giornaliera che deriva per circa la metà dall’acqua e per l’altra metà dagli alimenti che mangiamo come la frutta, le verdure ecc. 
Quindi se è vero che l’acqua è un elemento importantissimo della nostra alimentazione (senza dimenticare che è la sola bevanda in grado di dissetarci senza attentare alla linea), è anche vero che non tutte le acque sono uguali.


Le caratteristiche di ogni acqua dipendono dalla loro provenienza e le caratteristiche del suolo, in cui scorrono prima di sgorgare alla sorgente, ne caratterizzano il tipo di oligoelementi (cioè di sali) in essa disciolti. In commercio esistono centinaia di tipi di acqua, alcune, a prescindere dal nome, sono molto simili tra di loro, mentre altre sono molto diverse e ciò che le distingue, fondamentalmente, è il tipo e la quantità di sali in esse presenti. È importante riuscire ad orientarsi su quale possa essere il tipo di acqua più giusta per le nostre necessità.
Prima di tutto facciamo un po’ di chiarezza sui termini. L’acqua in bottiglia che compriamo viene definita “acqua minerale” e con tale termine si indicano tutte quelle acque che hanno determinate caratteristiche accertate mediante specifiche analisi sulla loro composizione e qualità. Con il termine di “acqua naturale” si intende quell’acqua imbottigliata così come sgorga dalla sorgente, e può essere liscia (cioè senza bollicine), leggermente gassata o effervescente. Le acque minerali presenti in commercio non possono subire alcun trattamento prima di essere imbottigliate, tranne l’eventuale aggiunta di anidride carbonica al fine di renderle più gassate.
acqua
Data l’enorme varietà delle acque minerali presenti sul mercato, è piuttosto importante riuscire a scegliere quella più giusta e proprio per questo motivo, anche per l’acqua, così come abbiamo più volte detto per gli alimenti confezionati, è importante saper leggere bene le etichette.
Se provate a prendere l’etichetta di una qualsiasi bottiglia di acqua minerale che avete in casa troverete una serie lunghissima di nomi e sigle in parte sconosciuti che è bene saper riconoscere o almeno decifrare, soprattutto quando si sceglie un’acqua che si vuole consumare quotidianamente.
Su tutte le bottiglie di acqua minerale troverete indicato il pH cioè il grado di acidità dell'acqua (più è basso il numero e più è acida l’acqua) la temperatura al momento dell’imbottigliamento e la dizione “microbiologicamente pura”, che indica che l’acqua non contiene germi pericolosi.
Su tutte le etichette è presente la dicitura “residuo fisso” che in termini tecnici rappresenta il contenuto di sali minerali dopo l'evaporazione di 1 litro di acqua a 180°C; in maniera indiretta fornisce la stima della maggiore o minore ricchezza di sali minerali di quell’acqua e permette di classificarla quindi in:

• "minimamente mineralizzata" 
(residuo fisso<50 mg/L) e “oligominerali” (residuo fisso >50 e <500 mg/L), acqua dal sapore delicato, indicata per chi soffre di pressione alta e in alcuni casi di calcoli renali, perché a causa della carenza di sali minerali (in particolare di sodio) facilitano la diuresi e quindi aiutano la riduzione della pressione, l’eliminazione dei calcoli e ne prevengono la formazione.

• "medio minerale o minerale"
(residuo fisso >500 e <1000 mg/L): sono piuttosto ricche di minerali e pertanto utili in condizioni in cui c’è bisogno di un supplemento di sali, come durante lo sport. Questo tipo di acqua non dovrebbe essere utilizzata da chi soffre di ipertensione arteriosa (per il loro ricco contenuto in sodio) e da chi soffre di calcolosi renale, perché potrebbero facilitarne la formazione.

• "ricca di sali minerali"
(residuo fisso >1.000 mg/L), solitamente non sono vendute nei supermercati poiché vengono utilizzate generalmente su indicazione medica a scopo curativo.

In base a quanto abbiamo detto, quindi, quando si beve dell’acqua in bottiglia si assumono importanti elementi (come sodio, ma anche indispensabili come calcio, magnesio, fluoro) presenti in concentrazioni diverse e quindi indicate o meno a seconda delle proprie necessità. I sali minerali, infatti, sono dei componenti importanti del nostro organismo che se presenti in eccesso o in concentrazione insufficiente posso creare dei problemi o accentuare delle malattie preesistenti.
Non esiste un’acqua “buona” e un’acqua “cattiva”, ma ognuno dovrebbe scegliere l’acqua più idonea al proprio gusto personale (acqua frizzante o liscia, non sono necessariamente diverse da un punto di vista di composizione) ed alle proprie necessità di salute. Le acque con capacità diuretiche determinano l’eliminazione di sodio con le urine e pertanto possono concorrere a ridurre la ritenzione idrica. Questo aspetto, spesso sfruttato dalle pubblicità delle acque oligominerali, non deve essere interpretato come una capacità curativa delle acque, perché è vero che bere acqua oligominerale determina un aumento della quantità di urine che permette l’eliminazione del sodio, ma è sufficiente mangiare alimenti che contengano un po’ più di sodio per azzerare questo potenziale effetto positivo.
Vi sono alcune condizioni e momenti della vita in cui è particolarmente importante scegliere con attenzione l’acqua minerale da bere. Per esempio per i bambini, in particolare nei primi anni di vita, è bene scegliere acque oligominerali con poco sodio, ma relativamente ricche di calcio, per la mineralizzazione dell’osso; per lo stesso motivo è importante bere acque ricche di calcio per chi soffre di osteoporosi, mentre è bene che questo tipo di acqua venga evitato o comunque non assunto con costanza in chi soffre di calcoli renali. Dunque, una delle caratteristiche fondamentali dell’acqua è la quantità di calcio, eppure non viene quasi mai pubblicizzata. Infatti un’acqua ricca in calcio può essere perfetta per alcune persone, ma non per altre; come anche è vero il contrario. Raramente viene pubblicizzato un prodotto adatto solo per persone con alcune caratteristiche.
È importante inoltre tenere ben presente che le acque non hanno proprietà curative di per sé (non si dimagrisce di certo!) ma devono essere considerate un supporto se abbinate ad una corretta alimentazione ed un appropriato stile di vita.

FABBISOGNO GIORNALIERO DI OLIGOELEMENTI 
PER LA POPOLAZIONE GENERALE

Sodio (Na) 5-6 g
Cloro (Cl) 4-5 g
Potassio (K) 2-4 g
Fosforo (P)

0.7-0.9 g

Calcio (Ca) 0.8-1.2 g
Magnesio (Mg) 0.3-0.4 g
Ferro (Fe) 10-15 mg
Fluoro (F) 1.5-4 mg


 

Articoli Correlati

app

GLUNews su Play Store  app store badge

banner-laterale

Trova il CAD più vicino

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

La Community di GLUNews

Scopri tutti i vantaggi di far parte della community di GLUNews. Clicca qui

cucina banner

Con il patrocinio di

AID banner

Con il contributo informativo di

logo ANSA

Consigliati per te

News dalla rete - Alimentazione

This RSS feed URL is deprecated 19 Nov 2017 | 6:07 am
This RSS feed URL is deprecated, please update. New URLs can be found in the footers at https://news.google.com/news
Read more...
StatoQuotidiano.itGiornata mondiale del diabete, i consigli alimentari un corretto stile ...StatoQuotidiano.itPer le persone che soffrono di diabete, l'alimentazione corretta è fondamentale in quanto serve a mantenere sotto controllo il livello di zucchero nel sangue, ma al tempo stesso è necessaria ad apportare tutti i nutrienti per mantenere l'organismo in ...altro »
Read more...
News ItalianeMilano shock, ragazza diabetica buttata fuori da una discoteca ...News ItalianeLe sarebbe stato negato l'accesso alla discoteca Old Fashion di Milano, perché aveva con sé tre bustine di zucchero e un succo di frutta in quanto diabetica, ma nel locale era vietato introdurre cibi. “Voglio che si ... Una dieta sana potrebbe aiutare ...altro »
Read more...